PERCORSI ABILITANTI ECAMPUS 30, 36 E 60 CFU

NEWS

Iscrizioni 30 cfu ABILITATI\SPECIALIZZATI attive in tutta Italia

Percorsi abilitanti ecampus

PERCORSI ABILITANTI 30 CFU PER ABILITATI E SPECIALIZZATI

Iscrizioni attive!

Sono state attivate le iscrizioni per i percorsi abilitanti riservati ai docenti in possesso di un’altra abilitazione o della specializzazione per il sostegno.

CONSEGUI CON ECAMPUS/EIFORM L'ABILITAZIONE ALL'INSEGNAMENTO!

I nuovi percorsi abilitanti Ecampus sono stati previsti dal Decreto Legge 36/2022 (convertito nella Legge 79/2022) nell’ambito della riforma del reclutamento del personale docente della scuola secondaria.

I percorsi abilitanti sono disciplinati dal DPCM 4 agosto 2023 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 25 settembre 2023).

EIFORM EIFORM EIFORM EIFORM
NEWS!

ACCREDITAMENTO DEI PERCORSI ABILITANTI ECAMPUS

Le Università e le Istituzioni AFAM potranno erogare i corsi abilitanti solo dopo aver ottenuto l’accreditamento da parte del MUR (Ministero dell’Università e della Ricerca).

Le università potranno erogare i corsi da 30 o 36 CFU solo a seguito dell’accreditamento del relativo percorso formativo da 60 CFU con decreto del Ministro dell’università e della ricerca, adottato su parere conforme dell’ANVUR. 

Si attende a brevissimo l’emanazione del Decreto del MUR.

TIPOLOGIE DI PERCORSI ABILITANTI ECAMPUS

A partire dal 2025 l’abilitazione all’insegnamento costituirà requisito essenziale per la partecipazione ai concorsi.

Per conseguire l’abilitazione, il DPCM prevede diversi percorsi a seconda della propria situazione iniziale:

  • 60 CFU si tratta del percorso “completo” per chi intende conseguire, al termine del percorso, l’abilitazione all’insegnamento (e non rientra nelle casistiche che possono godere di un percorso abbreviato).
  • 30 CFU per chi intende partecipare al concorso (fino al 31 dicembre 2024) solo con 30 CFU (dovrà però completare la formazione dopo il superamento del concorso).
  • 36 CFU per chi già possiede i 24 CFU per l’insegnamento.
  • 30 CFU per chi è già in possesso di un’abilitazione all’insegnamento\specializzazione sul sostegno e intende conseguire un’altra abilitazione (tale percorso, diversamente dagli altri, si potrà svolgere interamente in modalità telematica sincrona e senza tirocinio).
  • 30 CFU per i docenti con tre anni di servizio presso le scuole statali o paritarie, di cui almeno uno nella specifica classe di concorso e per coloro che hanno sostenuto la prova concorsuale del concorso “straordinario bis”.

Ci saranno poi dei concorsi post-concorso per coloro che risulteranno vincitori dei concorsi che si svolgeranno nel 2023 e che, dopo il concorso, se risulteranno vincitori, dovranno completare la relativa formazione. A sua volta questi percorsi si rivolgono a diverse tipologie di docenti, che partecipano al concorso senza aver conseguilo l’abilitazione: 

  • Percorso post-concorso da 30 CFU  per coloro che partecipano con il titolo di accesso + 3 anni di servizio negli ultimi 5 nella scuola statale, di cui uno sulla classe di concorso specifica. 
  • Percorso post-concorso da 30 CFU/CFA per chi partecipa al concorso avendo conseguito solo 30 CFU/CFA.
  • Percorso post-concorso da 36 CFU per coloro che partecipano con il titolo di accesso + 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022;

CLASSI DI CONCORSO RICHIESTE DA ECAMPUS

eCampus

L’Università eCampus ha istituito il Centro Multidisciplinare di Formazione degli Insegnanti – CEMFI in convezione con l’Accademia Belle Arti di Sanremo legalmente riconosciuta “I. Duncan” e l’Accademia del Lusso di Milano.

É stata inviata domanda di accreditamento dei seguenti percorsi formativi:

  • A01 – Arte e immagine nella scuola secondaria di I grado
  • A04 – Design del libro
  • A05 – Design del tessuto e della moda
  • A08 – Discipline geometriche, architettura, design d’arredamento e scenotecnica
  • A09 – Discipline grafiche pittoriche e scenografiche
  • A10 – Discipline grafico-pubblicitarie
  • A11 – Discipline letterarie e latino
  • A12 – Discipline letterarie
  • A13 – Discipline letterarie latino e greco
  • A17 – Disegno e storia dell’arte negli istituti di istruzione secondaria di II grado
  • A18 – Filosofia e Scienze umane
  • A19 – Filosofia e Storia
  • A22 – Italiano Storia e Geografia
  • A23 – Lingua italiana per discenti di lingua straniera
  • A26 – Matematica
  • A27 – Matematica e fisica
  • A28 – Matematica e Scienze
  • A45 – Scienze economico -aziendali
  • A46 – Scienze giuridico – economiche
  • A47 – Scienze matematiche applicate
  • A48 – Scienze motorie e sportive negli istituti di istruzione secondaria di II grado
  • A49 – Scienze motorie e sportive nella scuola secondaria di I grado
  • A54 – Storia dell’Arte
  • A62 -Tecnologie e tecniche per la grafica

SEDI DOVE SI SVOLGERANNO LE ATTIVITÀ IN PRESENZA

Le attività in presenza si svolgeranno in una delle seguenti sedi eCampus e delle Istituzioni AFAM convenzionate: 

NOVEDRATE MILANO, sede eCampus – MILANO, sede Accademia del Lusso – MILANO, sede Accademia “Duncan” di Sanremo – PADOVA – TORINO – FIRENZE – BOLOGNA – ANCONA – PESCARA – GENOVA – SANREMO, sede Accademia “Duncan” – CITTA’ DI CASTELLO – ROMA – NAPOLI – CATANZARO – COSENZA – REGGIO CALABRIA – BARI – PALERMO – CATANIA – CAGLIARI.

REQUISITI DI ACCESSO

Possono accedere ai percorsi abilitanti:

  • coloro che abbiano un titolo di studio che consente di insegnare la classe di concorso in questione.
  • per gli insegnanti tecnico pratici (ITP) fino al 31 dicembre 2024 è sufficiente il possesso del diploma di scuola secondaria (dal 1° gennaio 2025, al termine della fase transitoria, sarà invece necessario il possesso di una laurea triennale coerente).
  • coloro che sono regolarmente iscritti a corsi di studio per il conseguimento dei titoli di accesso. Per coloro che sono iscritti a corsi di studio per il conseguimento della laurea magistrale a ciclo unico, l’accesso è subordinato al conseguimento di 180 CFU. 

I suddetti titoli devono soddisfare i requisiti ministeriali richiesti in riferimento alla classe di concorso per la quale si intende conseguire l’abilitazione (ai sensi del DPR n. 259/2017 e allegati). La coerenza del titolo di accesso alla classe di concorso di interesse può essere verificata, consultando il D.P.R. 19/2016 e il D.M. 259/2017.

Per i laureandi è obbligatorio aver acquisito il diploma di Laurea Magistrale/Magistrale a Ciclo unico entro la data prevista per la prova finale di abilitazione del percorso.

COSTI MASSIMI

Il DPCM 4 agosto 2023 individua i costi massimi:

  • € 2.500 per la frequenza del percorso 60 CFU.
  • € 2.000 per gli studenti che sono iscritti ai corsi di studio per il conseguimento dei titoli idonei all’insegnamento (iscritti alla lauree magistrali e\o a ciclo unico in quest’ultimo caso con almeno 180 CFU).
  • € 2.000 per i docenti che vorranno acquisire un ulteriore abilitazione con i corsi da 30 CFU,
  • € 2.000 per i docenti specializzati sostegno che vogliano acquisire l’abilitazione e per i docenti che dopo il concorso dovranno completare la propria formazione con i 30 CFU nell’anno di prova con contratto a tempo determinato. 

A questo costo andranno aggiunti 150 euro per lo svolgimento della prova finale.

POSTI DISPONIBILI

Per tutti i percorsi (tranne per il corso da 30 CFU rivolto a chi è già in possesso di abilitazione/specializzazione).

I posti disponibili per i percorsi abilitanti saranno resi noti ufficialmente con il decreto MUR. Secondo la  nota n. 21328 del 6 novembre 2023 dovrebbe trattarsi di circa n. 40.000 posti per l’a.a. 2023/2024  e di circa n. 35.976 per l’a.a. 2024/2025.

La ripartizione fra università e classi di concorso, sarà definita dal decreto MUR (di cui si attende la pubblicazione). 

CI SARÀ SELEZIONE IN INGRESSO?

Per tutti i percorsi (tranne per il corso da 30 CFU rivolto a chi è già in possesso di abilitazione/specializzazione), è previsto il numero programmato con selezione iniziale se, per singole classi di abilitazione, il numero delle domande di ammissione eccede il numero di posti messi a disposizione (DPCM del 4 agosto 2023, art. 6, c. 4).

Si attendono indicazioni dal MUR sulle modalità di selezione dei partecipanti.

FREQUENZA OBBLIGATORIA

Il percorso è a frequenza obbligatoria. Per accedere alla prova finale di abilitazione è obbligatoria una percentuale minima di presenza alle attività formative pari al 70% per ogni attività formativa.

ATTIVITÀ IN PRESENZA\ONLINE

Per gli anni accademici 2023/2024 e 2024/2025:

  • Le attività formative possono svolgersi in presenza (per almeno il 50%).
  • Le attività possono svolgersi sino al 50% in modalità telematica sincrona (cioè in un’aula virtuale con la contemporanea presenza online di docente e studenti),
  • Le attività di Laboratorio e Tirocinio che si devono svolgere esclusivamente in presenza.

PROVA FINALE DI ABILITAZIONE

La prova finale di abilitazione comprende:

  1. Una prova scritta costituita da una sintetica analisi critica (episodi, casi, situazioni) relativa all’attività di Tirocinio svolta durante il percorso.
  2. Una prova orale corrispondente a una lezione simulata e costituita dalla progettazione di una attività didattica innovativa, con contenuti e metodologie coerenti con la specifica classe di abilitazione.

 

RICONOSCIMENTO DI CREDITI PREGRESSI

Per il percorso da 60 CFU:

  • I 24 CFU (con crediti sostenuti entro il 31 ottobre 2022 e certificazione rilasciata ai sensi dell’art. 5 del DM 616/2017) sono riconosciuti per intero. Il piano di studio relativo ai restanti 36 crediti di completamento del percorso PF60 (comprensivo di almeno 10 crediti di Tirocinio diretto) sarà comunicato a seguito della regolare iscrizione al percorso e dell’istanza di riconoscimento crediti.
  • Possono essere riconosciuti altri crediti conseguiti nell’ambito dei percorsi universitari\accademici solo se strettamente coerenti con gli obiettivi formativi del percorso di formazione iniziale (Allegato A) e comunque sempre entro certi limiti:

    • Al massimo 12 CFU\CFA per quanto concerne le attività formative relative alle scienze dell’educazione, alle didattiche disciplinari e alle attività formative relative alle competenze psico-socio-antropologiche e a quelle linguistiche e digitali considerate nel loro complesso;
    • Al massimo 5 CFU\CFA per quanto concerne le attività di tirocinio diretto e indiretto.

Nel caso dei percorsi abbreviati da 30\36 CFU\CFA il riconoscimento delle attività formative e dei rispettivi crediti formativi è ridotto in proporzione. Per esempio, per quanto concerne i percosi da 30 CFU, potranno al massimo essere riconosciuti 6 CFU per quanto concerne le attività formative relative alle scienze dell’educazione, alle didattiche disciplinari e alle attività formative relative alle competenze psico-socio-antropologiche e a quelle linguistiche e digitali considerate nel loro complesso.

ISCRIVITI PER RICEVERE INFORMAZIONI SULL'ATTIVAZIONE